Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Megara Hyblaea

96011 Augusta SR

it.wikipedia.org/wiki/Megara_Hybla...

Dati Municipio di appartenenza

Descrizione:

MEGARA HIBLAEA è il nome di un’antica colonia greca in Sicilia,situata nei pressi di Augusta – Siracusa. Il suo nome deriva da Hiblone re siculo della vicina Pantalica. Fu fondata nel 728 a. C. da colonizzatori megaresi. Storicamente non è mai sembrata essere una città di rilevante importanza e non ha mai tratto alcun vantaggio dalla sua posizione. Secondo alcuni autori fu la città natale del commediografo Epicarmo.
Descrizione: numerosi resti archeologici sono tuttora visibili sul sito, frutto degli scavi effettuati nell’immediato dopoguerra. La conservazione della sua struttura originaria è stata permessa dalla mancata urbanizzazione in epoca moderna.
RESTI ARCHEOLOGICI: A Megara Hiblea sono ancora visibili l’agorà con i resti di due portici,i bagni ellenistici, i resti delle mura di cinta, i resti di un tempio ellenistico, le fondamenta di un tempio arcaico, i resti di decine di case e altro.
Numerosissimi resti recuperati durante le campagne di scavo sono esposti al museo regionale Paolo Orsi di Siracusa. Particolarmente bella è la ceramica megarese con il suo stile policromo.
Museo Regionale P. Orsi di Siracusa tel. 0931-464022

Al sito si giunge percorrendo l’autostrada Catania – Siracusa, uscendo al bivio per Augusta e proseguendo per la zona portuale e industriale, all’interno della quale si trova l’area archeologica.

Storia:

n.p.

Numeri utili

n.p.


 






Galleria degli utenti su questa località: