Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Comune di Reitano

98070 Reitano ME

www.comunereitano.com

Dati Municipio di appartenenza

Tel. 0921 338002

Descrizione:

Reitano sorge in una zona litoranea collinare (396 m s.l.m.), è un centro prevalentemente agricolo che vanta una ricca produzione di cereali, olive, uva da mosto e agrumi. Tra i monumenti più interessanti citiamo l’antica Chiesa del Carmine, ricostruita nel ‘600, che conserva al suo interno una pregevole statua marmorea raffigurante la “Madonna col Bambino”. La Chiesa Madre dedicata alla Madonna Immacolata, dove si trova la cappella di Sant’Erasmo e alcune pregevoli opere del ‘600. Inoltre si possono ammirare: il “Monumento dedicato a Padre Pio” e quello dedicato all’Immacolata, posto all’ingresso del paese. Da Reitano si raggiunge facilmente il Parco dei Nebrodi.

Storia:

Nel 1639 divenne possesso di Francesco Colonna, alla cui famiglia appartenne per molti secoli. Durante le due guerre mondiali anche Reitano ebbe i suoi caduti e dispersi. Negli anni ’50 molti dei suoi abitanti emigrarono verso il nord, ma negli ultimi anni il paese si è ripopolato grazie alle numerose persone che vi sono venute ad abitare (soprattutto per lavoro o per matrimonio), e come si nota dai cognomi, anche stranieri.

Numeri utili

Municipio: Via San Pietro, 5 tel. 0921-338002 fax. 0921-338076

Santo Patrono - Sant’Erasmo D’Antiochia di Pisidia Festeggiamenti 2 giugno
Suggestiva anche la festa nel giorno della Madonna del Carmelo, quando tutti si riuniscono per la benedizione degli “scapolari” (due pezzi di stoffa di lana bruna unite da due corde che contengono medaglie e immagini benedette), questi, vengono poi sempre portati al collo dai devoti.


 






Galleria degli utenti su questa località: