Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Comune di Termini Imerese

90018 Termini Imerese PA

www.comuneterminiimerese.pa.it

urp@comune.termini-imerese.pa.it

Dati Municipio di appartenenza

Tel. 091 8128111

Descrizione:

Termini Imerese sorge in una zona collinare litoranea (77 m s.l.m.), i suoi principali prodotti agricoli sono: olive, uva e carciofi. Importante anche la produzione ittica. L’artigianato offre tipici lavori in ferro battuto e ceramiche locali. La città è anche un importante porto ed è dotata di un’estesa area industriale. Inoltre si contano diversi e attrezzati stabilimenti termali riforniti dalle numerose sorgenti presenti su tutto il territorio, dalle quali sgorga acqua dolce ad una temperatura di 43° gradi. Tra i monumenti da visitare ricordiamo il Duomo, del XVII sec., che conserva al suo interno un fine altorilievo della Madonna del Ponte di Ignazio Marabitti (1842) e una portantina rococò per recare la Comunione agli ammalati, di influenza veneta. Interessante anche la quattrocentesca Chiesa di Santa Caterina e la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, decorata con splendidi stucchi. Tra gli edifici civili troviamo il Palazzo del Comune che possiede una ex Sala Consiliare decorata con affreschi di Vincenzo La Barbera (1610) che narrano la storia della città. A Termini Imerese è possibile visitare il Museo Civico che comprende una sezione archeologica e una pinacoteca.


Storia:

La città sorse dopo la sconfitta inflitta dai Cartaginesi ad Himera nel 408 a. C., quando gli imeresi si stabiliscono nelle vicinanze di una fonte termale. Divenuta colonia romana, attraversa un periodo di grande prosperità. Decade all’epoca delle invasioni barbariche per poi rifiorire nel periodo arabo e normanno. Sul suo territorio sono stati ritrovati resti di insediamenti del periodo Paleolitico e dell’età del Rame e del Bronzo. Oggi la città comprende un nucleo più antico che si trova nella parte alta e uno moderno nella parte bassa.


Numeri utili

Municipio: Via Garibaldi, 1 tel. 091-8128111 fax. 091-8128421

Santo Patrono - Beato Agostino Belli Festeggiamenti: ultima settimana di agosto.
Molto animato è il Carnevale che vanta una certa tradizione, con sfilate di carri allegorici e gruppi mascherati.


 





Galleria degli utenti su questa località: