Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Comune di Lercara Friddi

90025 Lercara Friddi PA

www.comune.lercarafriddi.pa.it

info@comune.lercarafriddi.pa.it

Dati Municipio di appartenenza

Tel. 091 8247111

Descrizione:

Lercara Friddi sorge in una zona collinare interna (673 m s.l.m.), i suoi principali prodotti agricoli sono i cereali e gli ortaggi. Si allevano prevalentemente ovini. L’artigianato si distingue per la lavorazione del legno e del ferro. Tra i monumenti da visitare citiamo la settecentesca Chiesa Madre dedicata a Santa Maria delle Madri, la Chiesa di San Giuseppe con il vicino Collegio di Maria risalenti al XVIII sec. e la Chiesa di San Matteo o del Purgatorio sempre dello stesso secolo. Inoltre si possono ammirare svariati palazzi signorili edificati tra il XVIII ed il XIX sec. e il Parco Archeologico della Zolfara.


Storia:

Numerosi ritrovamenti risalenti all’ VIII–VI se. a. C., testimoniano che il paese ha forse origini Elime. L’attuale centro abitato fu fondato, nel 1605, dal nobile spagnolo Baldassarre Gomez de Amescua. Successivamente il feudo passò a Benedetto de Mayada e poi ai Villalba, i Ventimiglia, gli Scamacca ed i Gravina. Agli inizi del XIX sec. la città conobbe una grande espansione economica grazie alla fiorente estrazione di zolfo. Ma alla fine della seconda guerra mondiale, a causa della concorrenza di altri centri siciliani, tutte le sue miniere vengono abbandonate.


Numeri utili

Municipio: Piazza Abate Romano, 19 tel. 091-8247111 fax. 091-8252643

Santo Patrono - Madonna di Costantinopoli Festeggiamenti 20 agosto


 

Galleria degli utenti su questa località: