Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Castello di Sperlinga

94010 Sperlinga EN

it.wikipedia.org/wiki/Sperlinga

Dati Municipio di appartenenza

Tel. 0935 643177

www.comune.sperlinga.en.it

Descrizione:

: Le prime notizie storiche certe sul Castello risalgono al 1132 quando Russo Rubeo fu nominato Signore di Sperlinga, incastonato in un’alta rupe è in parte scavato nella roccia caratterizzato da massicci e rustici pilastri in pietra. A testimonianza della sua antica gloria sono i resti delle mura e la bifora, oggi considerata monumento nazionale. E’ stato sede dei baroni Ventimiglia fino al 1597, poi è passato ai Forti Natoli, principi di Sperlinga, e quindi al duca Oneto, nel 1658, infine fu concesso al barone Nunzio Nicosia (1861), i cui discendenti, nel 1973, lo donarono al Comune di Sperlinga.
Ancora oggi, scolpita sull’arco della seconda porta d’ingresso si legge la scritta in latino “Quod Siculis plaquit sola Sperlinga negavit” (ciò che piacque ai siciliani, venne negato dalla sola Sperlinga), questo motto, di cui gli abitanti vanno fieri, è legato alle vicende dei Vespri Siciliani (1282) quando una guarnigione francese si asserragliò all’interno del castello e resistette all’assedio per circa un anno.
Le condizioni del Castello sono ancora buone, è possibile visitarlo a pagamento in orari prestabiliti. Per informazioni e contatti: info@icastelli.it


Storia:

n.p.

Numeri utili

Sito : via Castello, 1 94010 Sperlinga (EN)

Autostrada Palermo – Catania, uscita Leonforte, Nicosia. Si arriva a Sperlinga dalla S.S. 120.


 






Galleria degli utenti su questa località: