Informativa breve

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, aggiornato all art. 13 e 14 del GDPR. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link o pulsanti al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

 

Accetto  Normativa privacy estesa

 

Comune di Licata

92027 Licata AG

www.comune.licata.ag.it

urp@pec.comune.licata.ag.it

Dati Municipio di appartenenza

Tel. 0922 868111

Descrizione:

Licata sorge in una zona litorale (8 m s.l.m.), è un grosso centro agricolo, si distingue per la produzione di cereali, agrumi, primizie e meloni “cantalupo”. Si allevano ovini e bovini. Ma il paese è importante anche per le sue risorse ittiche: le tipiche sogliole di Licata, i polpi e le triglie. Tra i monumenti da visitare troviamo: la Matrice dedicata a Santa Maria La Nova ,del XV sec. , dove al suo interno si può ammirare una seicentesca pala raffigurante “La Natività della Vergine e San Pietro e San Paolo”, la Chiesa e il Convento del Carmine del 1700 e la Chiesa di Sant’Angelo che conserva una ricca argenteria e l’urna con le reliquie del Santo. Tra gli edifici civili citiamo il Palazzo del Municipio che raccoglie, nel suo salone, alcuni reperti risalenti alla dominazione greca e un quattrocentesco trittico con la “Madonna col Bambino e i Santi”. E poi il Museo Civico dove si possono ammirare reperti archeologici che vanno dalla preistoria al periodo medievale. Splendide sono le ville in stile liberty poste nella zona di Monserrato. Licata è interessante anche per la bellezza delle sue spiagge.

Storia:

Il sito fu abitato da greci, romani e bizantini. Nel 1234 fu nominata città demaniale da Federico II. Nel medioevo furono edificati due castelli, il Castel San Giacomo e il Castel Nuovo, ma oggi le due roccaforti non esistono più. Nel 1553 il paese subì la devastante presenza turca, solo nel XVIII sec , grazie alle influenti famiglie che si avvicendarono al suo governo, Licata ebbe una forte ripresa economica. Incrementata nel XIX secolo grazie all’efficiente porto marittimo e alla nascita di grosse raffinerie di zolfo.

Numeri utili

Santo Patroni -- Sant’Angelo festeggiamenti 5 maggio


 



Galleria degli utenti su questa località: